10 Giugno 2021
lettura in 5 min

Il potere del podcast

di Bergamo per i Giovani

Strumento educativo o mezzo per il protagonismo giovanile?

Podcast e giovani

Thriller, storici, filosofici, motivazionali… ce ne sono per tutti i gusti e le esigenze.

Di cosa stiamo parlando? Di podcast! Questo termine è sulla bocca di tuttə, ma cosa sono esattamente e cosa c’entrano con i giovani?

Con il termine podcast si fa riferimento a contenuti audio originali, spesso inseriti in una serie, disponibili sul web e piattaforme di diffusione di contenuti audio in streaming. Il termine podcast è comparso la prima volta sul quotidiano inglese “The Guardian” nel 2004 e deriva dalla fusione dei termini iPod e broadcasting (trasmissione). Un’altra versione fa risalire la parola all’acronimo Personal, Option, Digital, CAST. La teoria, sempre risalente al 2004, per mano di un giornalista, Doc Searls, vuole che il nome sia stato ideato per evitare che la creazione di questo mezzo venisse associata all’azienda statunitense Apple.

Anche in Italia l’origine di questi contenuti risale al 2004, quando tre giovani fratelli milanesi cominciarono a sperimentare lo streaming audio sul sito Quix.

Il vero boom di questo fenomeno si deve al programma di giornalismo investigativo “Serial”, che nel 2014 da l’avvio “all’età d’oro del podcast”.

Giovani e podcast, un trend in aumento

Secondo una ricerca del 2020 l’ascolto di podcast è in aumento, con 1.8 milioni di ascoltatori in più rispetto all’anno precedente.

Chi ascolta i podcast in Italia è prevalentemente di età compresa tra i 18 e i 34 anni, con un trend in aumento per il segmento 18-24enni.

La maggior parte degli e delle intervistatə, afferma di ascoltare podcast per informarsi. Le altre motivazioni che spingono gli italiani e le italiane ad ascoltare podcast sono il relax e il desiderio di scoprire nuovi contenuti che possano appagare la propria voglia di crescita. I più giovani, tra i 18 e i 24 anni, affermano di ascoltarli per divertimento. Beh, è comprensibile che, dopo una giornata di DAD, la voglia di spegnere il monitor e infilare le cuffie sia alta.

La crescita di popolarità di questi canali tra i e le giovani è ricollegabile anche all’elevata facilità di fruizione: i podcast, si possono ascoltare nelle più svariate occasioni e in parallelo ad altre attività, mentre si è sui mezzi di trasporto, mentre si passeggia o mentre si fa sport.

Il podcast come strumento educativo

Queste tendenze si confermano anche a Bergamo: dagli spazi cittadini e dal confronto con i e le giovani che attraversano i nostri progetti è emersa la volontà di sperimentarsi con nuove forme di protagonismo e comunicazione.

Così è nato il canale Podcast di Bergamo per i Giovani: un contenitore capace di accogliere la voce dei e delle giovani che si vogliono cimentare in un canale di divulgazione, grazie ad un lavoro redazionale e una forte dimensione collettiva e identitaria.

In un momento storico in cui gli spazi fisici sono fortemente contratti, soprattutto per gli e le adolescenti, quelli online sono percepiti come piattaforme di sperimentazione. Il podcasting ha permesso ai ragazzi e alle ragazze di acquisire competenze trasversali, dal lavoro di gruppo, all’organizzazione delle ricerche, passando alla gestione di canali social non più come vetrina personale, ma come mezzo di divulgazione pubblico.

Grazie alla magia del microfono e alla potenza della voce, abbiamo accompagnato due gruppi alla creazione delle loro trasmissioni.

Cosa trovi sul nostro podcast

PortArti Live il primo podcast delle e degli alunnə del Liceo Lussana. Il corposo gruppo, 12 tra ragazzi e ragazze, è quello che organizza il festival interartistico PortArti. Il loro scopo è quello di creare uno sguardo critico nelle studentesse e negli studenti, attraverso iniziative culturali in contesti che permettano di partecipare attivamente. Questa è anche la mission del loro podcast: attualità, cultura e arte vengono trattati a 360°, grazie al lavoro di gruppo dove ognuno ha un ruolo centrale. Non è solo un canale informativo, ma è lo strumento per trasmettere l’impegno e il divertimento che c’è dietro la costruzione delle singole puntate.

Sarcast il nostro spazio di approfondimento audio. Le Politiche Giovanili del Comune di Bergamo si raccontano e danno voce a quello che quotidianamente incontrano e osservano negli spazi della città. Un’occasione per affrontare argomenti di attualità, per ripensare ai contesti formativi informali e, perché no, per raccontare come e per quale motivo nascono le nostre attività.

Nuove Frequenze il nostro spazio di approfondimento audio. Le Politiche Giovanili del Comune di Bergamo si raccontano e danno voce a quello che quotidianamente incontrano e osservano negli spazi della città. Un’occasione per affrontare argomenti di attualità, per ripensare ai contesti formativi informali e perché no, per raccontare come e per quale motivo nascono le nostre attività.

In arrivo c'è un'altra trasmissione: un podcast che si spinge oltre le mura scolastiche, quello di Sguardi di un certo genere, il collettivo artistico formato da ragazzə tra i 17 e i 26 anni che esplora, attraverso il teatro e le arti visive, la fluidità delle identità molteplici.

In un mondo che sempre più ridefinisce gli spazi, i luoghi e i tempi tra reale e virtuale, per noi il podcast è uno strumento educativo e un palco per il protagonismo giovanile.

Bergamo per i Giovani

vedi tutti gli articoli del blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

POST CORRELATI

10 Giugno 2021
È arrivato Voci urbane!

Voci urbane è il blog di Bergamo per i Giovani, le Politiche Giovanili del Comune di Bergamo, un luogo di approfondimento e racconti!

10 Ottobre 2021
Generazione Digitale. La nostra generazione

International Day of the Girl Child 2021 L’11 ottobre in tutto il mondo è l’International Day of the Girl Child, […]

10 Settembre 2021
PROGETTO BG = GO GIOVANI ONDE

Il progetto educativa di strada Giovani Onde incontra i e le giovani della città che hanno raccontato la loro necessità di incontrarsi ma anche di farsi ascoltare dal mondo e dalla città che li circonda.

9 Agosto 2021
La “strana” estate degli spazi giovanili territoriali

L'estate è stata strana negli spazi territoriali di Bergamo, sicuramente non senza attività! Podcast, laboratori, sport e poesia e molto altro!