10 Luglio 2021
lettura in 4 min

NUOVI SUONI LIVE: Quando la lettura dei bisogni diventa musica

di Bergamo per i Giovani

Dopo un anno di stop anche Nuovi Suoni Live, lo storico concorso musicale organizzato delle Politiche per i Giovani del Comune di Bergamo, in collaborazione con Edoné Bergamo e Spazio Polaresco, è tornato ad animare i palchi della città.

Giunto alla 19esima edizione, negli anni ha visto esibirsi più di 200 band. Tra le tante spiccano i Pinguini Tattici Nucleari vincitori dell'edizione 2015, terzi classificati alla settantesima edizione del Festival di Sanremo, e gli ISIDE, vincitori dell’edizione 2019, che a inizio anno hanno firmato un contratto discografico con Sony Music e hanno da poco pubblicato il loro primo album “Anatomia cristallo”.

Il cuore pulsante del concorso sono le semifinali: 4 serate per 3 band ciascuna, dove la dimensione live è centrale. La finalità del progetto è quella di dare l’opportunità a 12 gruppi di suonare in uno spazio pubblico e su un palco professionale. Le esibizioni negli spazi cittadini, permettono ai musicisti in gara di sperimentarsi maturando competenze, non solo sotto il punto di vista strettamente artistico ma, grazie alla condivisione con gli altri gruppi selezionati, di riconoscersi parte di un insieme, della città e dalla comunità musicale cittadina.

Anche per questo motivo, l’edizione 2021 del concorso ha assunto un’importanza particolare soprattutto dopo due anni di fermo della musica live - ma anche della vita di tutti e tutte. Rivendicare quegli spazi come aperti a giovani è un valore aggiunto, tenendo presente che, a ragione o torto, la programmazione di molti estivi ha messo in secondo piano le esibizioni degli emergenti. Per questo, pur nelle difficoltà e nelle fatiche di organizzare un concorso musicale rispettando le  limitazioni anti Covid-19, abbiamo deciso di organizzare Nuovi Suoni Live, riscuotendo peraltro, un buon successo dal un punto di vista di partecipazione di band e pubblico.

Perché un concorso musicale con un premio in denaro

Un altro aspetto interessante è il premio del concorso, frutto del pensiero maturato negli anni dagli operatori che si sono occupati della progettazione. Infatti, inizialmente il riconoscimento ai vincitori, erano ore di produzione presso studi di registrazione professionali.

Il mondo musicale giovanile però, molto ricettivo e capace di sfruttare nuove tecnologie, è cambiato rapidamente e anche le esigenze e le necessità dei musicisti hanno iniziato a differenziarsi. Tra le altre cose, i gruppi hanno iniziato a porre maggiore attenzione alla propria immagine.

La lettura di questo cambiamento dei bisogni ha portato gli operatori a optare per un premio in denaro, liberamente spendibile dai vincitori. La scelta si è dimostrata vincente: il numero delle band iscritte è aumentato e la somma vinta è stata fatta fruttare. Negli ultimi anni, una buona percentuale dei musicisti che si è aggiudicata la vittoria di Nuovi Suoni Live ha utilizzato il premio per la produzione di un clip musicale o per la cura dell’immagine della band.

Ma non solo: molti vincitori hanno deciso di dedicare il premio al perfezionamento della componente di distribuzione piuttosto che di produzione, facendo sì che alcuni artisti accedessero a livelli di riconoscimento nazionali.

Sul palco della finale tre band irriverenti

L’edizione 2021 di Nuovi Suoni Live small, si concluderà il 24 luglio. Sul palco della finale tre band dalle sonorità differenti ma accomunate dal tono irriverente dei testi.

Maria Apicella, storico giurato del concorso, commenta così le serate delle semifinali:

“È sempre emozionante osservare nuove band che si esibiscono per le prime volte davanti ad un pubblico folto. Per me, che faccio il giurato di Nuovi Suoni Live da qualche edizione, è stato piacevole vedere che, se la pandemia ha tolto ai ragazzi la possibilità di suonare live - ed eventualmente anche di provare-, gli ha dato la chance di confrontarsi con una platea molto ricca dell’Edonè e dello Spazio Polaresco. Il pubblico seduto era maggiore rispetto alle edizioni precedenti e attento alle performance. Quest’anno la qualità delle band era alta, scegliere i finalisti è stato arduo!”.

Da sinistra: Elio Biffi, Rosanna Scardi e Mario Apicella, i e la giuratə di NSL21

Nonostante la sua veneranda età, Nuovi Suoni Live è ancora molto partecipato (quest’anno i gruppi candidati erano  21), questa affluenza è indicativa di quanto sia fondamentale saper leggere le esigenze delle ragazze e dei ragazzi e progettare attività che siano in dialogo con le necessità concrete delle e dei giovani. Le Politiche per i Giovani del Comune di Bergamo lavorano confrontandosi quotidianamente con il territorio, così è nata la volontà di dare la possibilità alle nuove generazioni di sperimentarsi e trovare la propria dimensione artistica.

Bergamo per i Giovani

vedi tutti gli articoli del blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

POST CORRELATI

10 Giugno 2021
È arrivato Voci urbane!

Voci urbane è il blog di Bergamo per i Giovani, le Politiche Giovanili del Comune di Bergamo, un luogo di approfondimento e racconti!

10 Settembre 2021
PROGETTO BG = GO GIOVANI ONDE

Il progetto educativa di strada Giovani Onde incontra i e le giovani della città che hanno raccontato la loro necessità di incontrarsi ma anche di farsi ascoltare dal mondo e dalla città che li circonda.

9 Agosto 2021
La “strana” estate degli spazi giovanili territoriali

L'estate è stata strana negli spazi territoriali di Bergamo, sicuramente non senza attività! Podcast, laboratori, sport e poesia e molto altro!

10 Luglio 2021
NUOVI SUONI LIVE: Quando la lettura dei bisogni diventa musica

Perché le Politiche per i Giovani del Comune di Bergamo, organizzano un concorso musicale per emergenti con un premio in denaro?

Nuovi Suoni Live è la risposta a queste domanda!