10 Ottobre 2021
lettura in 4 min

Generazione Digitale. La nostra generazione

di Bergamo per i Giovani

International Day of the Girl Child 2021

L’11 ottobre in tutto il mondo è l’International Day of the Girl Child, istituito nel 2012 dalle Nazioni Unite per evidenziare le sfide che le ragazze devono sostenere quotidianamente, promuovere l'emancipazione e il rispetto dei diritti.

Quando parliamo di bambine e ragazze parliamo di futuro: il potenziale che possiedono, se adeguatamente supportato, permetterà loro di diventare donne, lavoratrici, madri, imprenditrici, sportive, leader politiche indipendenti. Parliamo di circa metà del mondo che potrà trattare alla pari dei colleghi uomini questioni come il cambiamento climatico, i conflitti politici, la crescita economica, la prevenzione delle malattie e la sostenibilità globale.

Il protagonismo femminile è una tematica centrale nella progettazione delle Politiche per i giovani del Comune di Bergamo: riteniamo importante che le ragazze diventino consapevoli delle loro potenzialità e imparino a valorizzarsi e a prendersi cura di loro stesse.

In quest’ottica, tra il 2019 e il 2020, è nato “Crisalidi”, progetto realizzato in collaborazione con il Servizio minori e famiglie, che ha visto impegnate dieci ragazze tra i 14 e i 18 anni, provenienti da diversi quartieri della città. Durante un laboratorio artistico, attraverso la creazione della propria crisalide, metafora della femminilità in costruzione, le partecipanti hanno indagato la delicata fase di trasformazione da bambine a donne.

Vincenza Laganà, l’educatrice che ha seguito il percorso, spiega che è importante progettare attività per le ragazze perché “creare spazi di condivisione al femminile è utile per rafforzare il senso di sé e della propria identità, partendo dall’interno del proprio essere, riconoscendo le proprie qualità”. L’operatrice delle Politiche per i giovani continua ricordando “uno degli aspetti che mi ha colpito maggiormente è legato al momento della mostra finale: l’allestimento è avvenuto a maggio 2020 e per evitare assembramenti abbiamo “inaugurato” la mostra da remoto; nonostante le difficoltà le ragazze sono state molto felici di fare il tour online e avere la mostra  esclusivamente per loro. Vedere come le ragazze fossero orgogliose delle proprie opere è stato veramente emozionante”.

Nell’era del Covid-19, per colmare le discriminazioni di genere, sono necessari strumenti digitali e soluzioni tecnologiche grazie alle quali aprire la strada alla libertà di espressione e al potenziale illimitato delle giovani generazioni. Ne è ben consapevole l’UNICEF che ha deciso di intitolare la Giornata Internazionale della Ragazza 2021 "Digital generation. Our generation.” (Generazione Digitale. La nostra generazione).

Il tema scelto sottolinea l’importanza per le ragazze di ottenere l'emancipazione attraverso le tecnologie dell'informazione e della comunicazione, perché tutta la società ne possa beneficiare. Se le giovani avranno la possibilità di accrescere le proprie competenze anche in campo tecnologico, aumenteranno le opportunità di avviare nuove attività, trovare lavori meglio pagati e partecipare pienamente alla vita pubblica. Durante i mesi di lockdown abbiamo attivato Close(d) to you, il calendario di attività on-line, dedicato a preadolescenti e adolescenti nel periodo di distanziamento sociale. Una delle cose che abbiamo notato è la maggioranza di presenza femminile, il 60%  erano ragazze. Questo per noi è un dato sintomatico: da parte di queste giovani donne c’è stata la volontà di apprendere nuove competenze e rimanere attive per cercare una prospettiva migliore in vista delle riaperture, consapevoli che l'adolescenza è un punto critico per ogni giovane che determina la traiettoria di vita di ogni ragazza. Durante quelle attività abbiamo cercato di trasmettere degli insegnamenti utili alle giovani, che apprendendo nuove competenze digitali possono crescere e diventare donne emancipate e realizzate.

Rendendoci sempre più conto dell’importanza di essere preparatə sulle nuove tecnologie, e complice la riapertura degli Spazi Giovanili di quartiere, abbiamo avviato quattro laboratori per offrire alle e ai giovani che vivono sul nostro territorio gli strumenti per essere protagonistə, analizzare il contesto nel quale vivono, condividere il loro punto di vista e inventare nuovi percorsi adatti a giovani e alla realtà digitali nella quale vivono. Podcasting, videomaking e fotografia sono tre potenti mezzi che spingono le e i giovani a dare un contributo per lo sviluppo del territorio attraverso la sperimentazione della forza della comunicazione digitale. 

L'uguaglianza delle generazioni future è ambiziosa ma è realizzabile anche grazie ai progressi della tecnologia. Il nostro impegno è quello di formare e responsabilizzare le ragazze e le giovani donne a diventare creatrici di un futuro privo di discriminazioni di genere.

Bergamo per i Giovani

vedi tutti gli articoli del blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

POST CORRELATI

10 Giugno 2021
È arrivato Voci urbane!

Voci urbane è il blog di Bergamo per i Giovani, le Politiche Giovanili del Comune di Bergamo, un luogo di approfondimento e racconti!

10 Ottobre 2021
Generazione Digitale. La nostra generazione

International Day of the Girl Child 2021 L’11 ottobre in tutto il mondo è l’International Day of the Girl Child, […]

10 Settembre 2021
PROGETTO BG = GO GIOVANI ONDE

Il progetto educativa di strada Giovani Onde incontra i e le giovani della città che hanno raccontato la loro necessità di incontrarsi ma anche di farsi ascoltare dal mondo e dalla città che li circonda.

9 Agosto 2021
La “strana” estate degli spazi giovanili territoriali

L'estate è stata strana negli spazi territoriali di Bergamo, sicuramente non senza attività! Podcast, laboratori, sport e poesia e molto altro!